Un anno di attesa, ora il taglio del nastro: Villa Carlina pronta all’inaugurazione

Spotorno. Sono durati circa un anno i lavori di ristrutturazione di Villa Carlina a Spotorno, la casa museo del pittore Novaro, che sabato riaprirà i battenti con la nuova pinacoteca civica. Sabato 25 settembre il taglio del nastro e presentazione dell’intervento di riqualificazione (l’inaugurazione avverrà nel rispetto delle norme anti-Covid).

L’intervento avviato dall’amministrazione comunale, in collaborazione con il circolo socio-culturale Pontorno, ha visto una azione di manutenzione straordinaria finalizzata alla rigenerazione di edilizia residenziale e sociale e alla valorizzazione dell’immobile, secondo le volontà di Gigetto Novaro per realizzare uno spazio espositivo delle proprie opere.

Inoltre sono stati necessari lavori di adeguamento rispetto alle attuali normativa, considerato lo stato di conservazione dell’immobile.

Il Comune aveva ottenuto un contributo a fondo perduto di 100 mila euro partecipando ad un bando regionale. I lavori sono costati in tutto 164 mil euro, con altri 64 mila stanziati dall’amministrazione comunale.

LEGGI ANCHE Lavori in corso per “Spotorno Salute”, centro medico territoriale in collaborazione con la Croce Bianca

L’intervento ha portato alla realizzazione di un nuovo marciapiede, alla riqualificazione del giardino annesso alla pinacoteca, oltre al ripristino di un alloggio al piano superiore.

E poi il ripristino della pinacoteca civica che potrà finalmente essere riaperta al pubblico, in collaborazione con il circolo spotornese che negli anni ha eseguito un importante lavoro di riordino delle opere del pittore.

La pinacoteca sarà intitolata proprio a Gigetto Novaro.

Una versione di questo articolo è presente anche su IVG.IT

Condividi