Sereni Orizzonti, Spiga e Bonasera si dicono “Preoccupati”

Sereni Orizzonti, Spiga e Bonasera si dicono “Preoccupati”

Dopo gli interventi di Matteo Marcenaro (QUI) e di Mattia Fiorini (QUI) sul caso della Sereni Orizzonti, anche i consiglieri di minoranza di Spotorno Che Vorrei – Spiga e Bonasera – sono intervenuti con un comunicato.

“Abbiamo letto con preoccupazione le notizie apparse sulle pagine dei media riguardanti l’arresto del fondatore di “Sereni Orizzonti”. Non vogliamo ovviamente entrare nel merito della vicenda giudiziaria che ci auguriamo si concluda in fretta, ma esprimiamo su queste pagine la speranza che tale situazione personale non pregiudichi il normale proseguimento della società”, spiegano Spiga e Bonasera.

Continuano i due consiglieri:” A Spotorno la “Sereni Orizzonti” gestisce il pensionato dell’Opera Pia Siccardi un’istituzione nel vero senso della parola non solo per gli spotornesi ma per tutti i ricoverati ed i loro familiari ospitati nella struttura. Siamo preoccupati per i dipendenti, numerosi che operano in provincia di Savona, nelle varie strutture di Borghetto, Calice, Savona ed Alassio. Siamo preoccupati per il futuro della nostra struttura nella quale è previsto tra l’altro un ampliamento dei posti letto, tramite un intervento in project financing,  grazie all’accordo che il Cda dell’Opera Pia fece con la direzione di “Sereno Orizzonti”. Sicuramente il cda dell’Ente monitorerà con attenzione l’evolversi della vicenda per evitare spiacevoli sorprese. Siamo comunque a disposizione dell’Ente per quanto potremmo eventualmente essere utili. Di incompiute a Spotorno ce ne sono purtroppo fin troppe. Ci auguriamo comunque che l’azienda possa superare tale situazione mantenendo servizi e posti di lavoro”, concludono i due.

Condividi