Pulizia spiagge, escursioni e laboratori: una giornata dedicata all’ambiente nel Golfo dell’isola

Pulizia spiagge, escursioni e laboratori: una giornata dedicata all’ambiente nel Golfo dell’isola

- in Bergeggi, Spotorno

Spotorno/Bergeggi. Domenica 23 ottobre, una giornata dedicata all’ambiente nel Golfo dell’isola. Si partirà alle ore 10:00 con una pulizia delle spiagge spotornesi grazie alla collaborazione di diverse associazioni locali come Pro loco di Spotorno, Polisportiva Spotornese e Amici di Nella che, insieme a Plastic free Onlus e con il patrocinio del Comune di Spotorno, si occuperanno di ripulire dai rifiuti un tratto delle spiagge di Spotorno.

Plastic Free è un’associazione di volontariato nata nel 2019 che si occupa di sensibilizzare e informare le persone contro gli effetti e i pericoli derivanti dall’uso della plastica, in particolare della plastica monouso che sappiamo avere dei costi economici e sociali altissimi ed un impatto enorme a livello degli ecosistemi marini.

In linea con la mattinata si svolgerà sulle spiagge di Bergeggi, un pomeriggio dedicato agli habitat del nostro mare. Grazie al sostegno dell’Area Marina Protetta dell’Isola di Bergeggi verrà fatto conoscere l’ecosistema più importante del Mar Mediterraneo, ossia le praterie di Posidonia oceanica, pianta marina endemica. La posidonia oceanica forma delle vere e proprie praterie chiamate posidonieti, indici di pulizia delle acque e che svolgono funzioni molto importanti.

Le praterie di Posidonia oceanica sono un polo di biodiversità importantissimo e al loro interno vivono, trovano rifugio e si nutrono circa il 25% di tutti gli organismi marini del Mar Mediterraneo. Viene chiamata Polmone blu del Mediterraneo in quanto cattura anidride carbonica e rilascia ossigeno, esattamente come fanno le piante sulla Terra, per cui svolge un ruolo fondamentale nella lotta che stiamo combattendo contro i cambiamenti climatici. Oltre a produrre ossigeno e biomassa, è anche importante perché svolge un’altra azione fondamentale che è quella di frenare l’erosione delle coste.

LEGGI ANCHE Aurelia e A10 piene di cantieri, Fiorini chiederà gratuità pedaggio del tratto Finale-Spotorno

Purtroppo l’azione dell’uomo sta mettendo a dura prova la sopravvivenza di questa pianta, che sta regredendo molto velocemente, mettendo a rischio interi ecosistemi. Nel Golfo dell’Isola – tra Spotorno e Noli ed intorno all’Isola – sono presenti tre praterie di posidonia protette (Zone speciali di conservazione): il sito più meridionale, antistante Noli, comprende una prateria di P. oceanica di circa 40 ha (0,4 kmq), che nella sua parte settentrionale, al confine con Spotorno, si allarga e si avvicina a riva. Gli altri 2 siti comprendono una prateria di P. oceanica che si estende tra Spotorno e Bergeggi, con una superficie di 80 ha (0,8 kmq). Un ulteriore tesoro naturalistico da far conoscere per preservare.

Durante il pomeriggio, con il supporto di AMP dell’Isola di Bergeggi, sono state organizzate dalle Guide del Golfo dell’Isola e Bergeggi Outdoor asd numerose attività di tipo divulgativo. Escursioni a piedi e in canoa per osservare dall’alto e dalla superficie del mare i posidonieti, ma anche laboratori e una caccia al tesoro pensati per i bambini per illustrare loro questo importante ecosistema, nonché alcuni interventi da parte di biologi marini che ci racconteranno di come si stia cercando di far fronte alla regressione anche grazie al progetto di riforestazione marina di Posidonia.

La finalità quindi dell’intera giornata è informare perché è dall’informazione che parte il rispetto e la tutela per l’ambiente. Verranno spiegate molte cose sulla Posidonia oceanica e su questo habitat così importante e fragile per iniziare a considerarlo non più come rifiuto ma come un nostro prezioso alleato che va salvaguardato e difeso.

IVG.IT

Condividi

Facebook Comments