Elezioni provinciali, Bardini: “A Fiorini non resta che nascondere i suoi problemi”

Elezioni provinciali, Bardini: “A Fiorini non resta che nascondere i suoi problemi”

Spotorno. Il sindaco di Spotorno Mattia Fiorini non sarà più tra i consiglieri provinciali. Un’uscita, quella del primo cittadino spotornese, che ha destato stupore. Non però per Lorenzo Bardini, che ha voluto commentare l’esito delle elezioni.

Commenta il consigliere di minoranza: “È mia intenzione fare i migliori auguri di buon lavoro a tutti i neo consiglieri provinciali, in questi anni li aspetteranno tanti oneri e pochi onori. In particolare voglio complimentarmi con Adele Taramasso per essere riuscita a raccogliere intorno a sé un largo consenso operando insieme al coordinamento provinciale di Azione e svolgendo in sinergia con esso un ottimo lavoro. Ad altri spetta governare e a loro auguro di farlo al meglio, ma Azione ha gettato già le basi per il futuro con una donna giovane, competente e con tante idee”.

E su Fiorini commenta: “Concludo con una chiosa sul sindaco di Spotorno Fiorini, ultimo da consigliere uscente; essere il recordman di assenze e giustificarle millantando impegni per le elezioni comunali di due mesi fa quando gran parte delle assenze risalgono al 2019 non ha pagato. Al sottoscritto dispiace che per poco non sia entrato Rodolfo Mirri che invece ha sempre onorato l’impegno preso con i cittadini, a lui la soddisfazione di poter uscire a testa alta, a Fiorini non resta che nascondere, come sempre fa da sindaco di Spotorno, i problemi. Chissà se tra una notizia trionfale e l’altra leggeremo sui suoi canali del suo ultimo posto alle provinciali.”

Condividi