Covid, la protesta di un ristoratore spotornese: “Riapro sotto forma di Autogrill?”

Qualunque sia il colore della regione, agli Autogrill è consentito restare aperti e servire al tavolo. Un controsenso

Condividi

Spotorno. In un paese storicamente famoso per i controsensi come l’Italia, e per i paradossi delle sue leggi, anche in tempi di Covid e di zone rosse le assurdità non mancano. Una di queste riguarda i ristoranti, una delle categorie più flagellate da questa pandemia.

In zona rossa sono obbligati alla chiusura, in zona arancione solo all’asporto e in zona gialla alla consumazione al tavolo solo a pranzo. Ma gli Autogrill, come ha fatto notare un ristoratore siciliano, possono restare aperti H24 e servire al tavolo qualunque essa sia la zona (gialla, arancione o rossa). Un paradosso che ha spinto questo ristoratore siciliano a sostituire l’insegna del proprio ristorante con quella di un Autogrill, in segno di protesta.

E simile protesta c’è stata anche a Spotorno dove il proprietario de “A Sigogna” – storico ristorante del paese – ha affisso un cartello all’ingresso del locale con la scritta “Il ristorante comunica la prossima riapertura con la ragione sociale Autogrill A Sigogna, sperando di poter riaprire”.

Condividi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.