“Da Bergeggi ad Albissola un unico Comune”: la petizione per unire le sei città 

“Da Bergeggi ad Albissola un unico Comune”: la petizione per unire le sei città 


Bergeggi. Unire in un unico Comune Bergeggi, Vado, Quiliano, Savona, Albissola Mare ed Albissola Marina. È questa la proposta lanciata sotto forma di petizione da Nat Russo, ingegnere, docente, saggista e giornalista savonese. Il motivo? Risparmiare sui costi della politica.

“La recente legge che permette agli amministratori locali (sindaci, assessori, presidenti di consigli comunali, presidenti di province, ecc.) di triplicare in tre anni i loro appannaggi, pone ancora una volta l’accento sui costi impropri della politica – dice – Torna quindi di attualità, ma con un’estrema urgenza anche di tipo economico, la necessità di un opportuno accorpamento dei comuni con popolazione ridotta. Ma come fare queste unioni? Il problema, da etico, diventa chiaramente funzionale. I nuovi comuni dovranno includere comprensori formati da identità comuni e complementari in modo da evitare sovrapposizioni e conflitti”.

“Nel nostro caso – continua – proponiamo l’unione di sei comuni: Bergeggi, Vado, Quiliano, Savona, Albissola Mare ed Albissola Marina. Si tratta di un unicum territoriale che andrebbe amministrato in maniera coordinata ma univoca”.

Un’unificazione che, secondo Nat Russo, porterebbe a risparmiare sul personale politico “circa 150 mila euro all’anno, 5 sindaci, 5 presidenti del consiglio e 40 assessori”, oltre che “aumentare di disponibilità di fondi per un meccanismo premiale per i comuni che si aggregano e una migliore distribuzione per i vari periodi dell’anno delle forze dell’ordine”. Ma non solo, l’operazione favorirebbe anche “una più compatta gestione amministrativa burocratica del territorio e una programmazione volta alla valorizzazione identitaria delle varie zona (agricola di Quiliano, industriale di Vado, turistico-balneare di Bergeggi, Albissola mare e Albisola superiore, culturale di Savona)”.

📝 IVG.IT

Condividi