Capo Noli, Anas accoglie la richiesta dei sindaci: posticipato al 3 ottobre il via ai lavori

Capo Noli, Anas accoglie la richiesta dei sindaci: posticipato al 3 ottobre il via ai lavori

Noli. Posticipata al 3 ottobre la ripresa dei lavori a Capo Noli, per l’adeguamento delle barriere di sicurezza che prevede la sistemazione della scarpata e la protezione dalla caduta massi. Secondo il programma iniziale, il cantiere sarebbe dovuto ripartite a metà settembre, ma Anas ha accolto la richiesta dei sindaci del territorio e ha deciso di procedere con il rinvio.

“Per fortuna – commenta il vicesindaco e assessore ai lavori pubblici di Finale Ligure Andrea Guzzi – è stata una scelta saggia, anche se ottobre è comunque un periodo ancora battuto dai turisti, soprattutto nella nostra città, e ci sono eventi sportivi importanti, penso ad esempio al FinalEnduro. Sicuramente però meglio di avere i lavori già a settembre, speriamo che il cantiere sia di breve durata e che si riesca a risolvere le varie problematiche che da tempo affliggono quella zona”.

Si tratta infatti dell’ennesima tranche di lavori, volti alla messa in sicurezza del versante che lo scorso settembre era stato anche oggetto di una frana. In ordine di tempo, l’ultimo cantiere era stato aperto in primavera per essere poi sospeso il 14 luglio, in modo da evitare che influisse troppo sulla viabilità, considerando l’aumento del flusso di traffico in vista dell’estate. Ed è proprio questa la motivazione che ha spinto i sindaci a chiedere ad Anas il rinvio per quest’autunno.

Un cantiere, quello di Capo Noli, che ha sempre accesso le lamentele degli automobilisti: essendo una tratta molto frequentata, infatti, il senso unico alternato ha spesso causato lunghe code e mandato in tilt il traffico sull’Aurelia. La richiesta è di accelerare il più possibile con l’intervento in modo da limitare i disagi.

IVG.IT

Condividi