Bufera sulla Kava, festa intitolata “Hospital Party”

Bufera sulla Kava, festa intitolata “Hospital Party”

Questa sera un party pubblicizzato con un volantino che sta scatenando parecchie polemiche

Bergeggi. Bufera sulla discoteca La Kava. Una tempesta di polemiche scatenata dal fatto che questa sera, dalle 23, ci sarà una festa per adolescenti e non intitolata “Hospital Party“, pubblicizzata con un volantino raffigurante un’infermiera in abiti chiaramente sexy, con una croce rossa sulle parti intime.

Alla festa potranno accedere tutti i maggiorenni che, una volta pagati 10 euro di ingresso per le donne e 15 per gli uomini, riceveranno anche una mascherina omaggio con la scritta “Kava Loca”. Una scelta promozionale che sta facendo discutere e indignare il web savonese, non tanto per il nome dato alla festa o per il tipo di pubblicità, ma per il periodo attuale. “Complimenti vivissimi per la scelta stilistica e di gran gusto, è veramente mortificante assistere a tutto ciò. Quando capirete che infermiera non vuol dire spogliarellista, pornostar, velina o cubista? Spero che OPI Savona prenderà i dovuti provvedimenti”, scrive un’infermiera su facebook.

Non è ancora chiaro chi abbia avuto l’idea, se i gestori o un’agenzia pubblicitaria interpellata da essi, ma sicuramente non è stata una scelta molto saggia. E in molti ricordano ancora, per esempio, quando a fine agosto 2019 il locale venne chiuso 5 giorni perchè somministrava alcolici a minorenni.

Condividi