Spotorno, torna al comune l’ex Hotel Roma: era stato confiscato alla criminalità

Spotorno, torna al comune l’ex Hotel Roma: era stato confiscato alla criminalità

Spotorno. Sono state consegnate nei giorni scorsi le chiavi dell’ex Hotel Roma al comune, dopo che negli anni passati era stato confiscato alla criminalità organizzata. La consegna è avvenuta dopo la firma del decreto d’assegnazione del bene, a seguito della manifestazione di interesse e del progetto del comune presentati nel 2019 e perfezionati a febbraio 2022.

L’ex hotel fu confiscato nel 2011 dal tribunale di Milano mentre subiva i lavori di ristrutturazione, e insieme a lui furono sequestrati anche altri beni. Da allora è rimasto fermo immobile per 11 anni, un cantiere in pieno centro paese. Per quanto riguarda i beni confiscati, la legge ne prevede la vendita o l’assegnazione ad enti locali per progetti sociali e istituzionali. E quali sono i progetti sociali che ha in mente il comune? Lo spiega direttamente il primo cittadino Mattia Fiorini: “Il progetto che abbiamo presentato prevede la realizzazione di due sportelli contro la violenza sulle donne e altre categorie fragili, in due locali”. L’idea è di riconsegnare al paese una struttura funzionale e pratica che possa diventare un luogo di ritrovo per i più giovani e per la musica, a riguardo spiega come si svilupperà il progetto nei piani: “Al primo piano di prevede lo spostamento della ludoteca attuale ed un appartamento di prima accoglienza per emergenze sociali e abitative, mentre al secondo piano ci sarà l’allestimento di uno spazio ricreativo per i giovani e ragazzi più grandi. Infine, al terzo piano, uno spazio per una scuola di musica e progetti sociali collegati alla musica inclusiva”.

LEGGI ANCHE Prima Categoria B, la Spotornese stende la Veloce: 1-4 al Levratto

Conclude il primo cittadino: “Alla base di questo progetto c’è la volontà di dare a tutto il complesso ed ai servizi che conterrà un respiro di comprensorio e non solo per il Comune di Spotorno ma anche un punto di riferimento per i comuni del Golfo dell’Isola. Questo grandissimo risultato è solo il primo passo verso un progetto ambizioso e dai costi importanti che verrà attuato partendo dal risanamento dell’immobile e dal recupero del porticato, per poi proseguire col resto avendo il tempo di reperire le risorse economiche necessarie”.

Condividi