Videosorveglianza: Laigueglia, Noli e Borghetto riceveranno i finanziamenti del ministero

L’installazione degli impianti di videosorveglianza determina un significativo innalzamento degli standard di sicurezza lungo la fascia costiera della provincia

Condividi

Noli. Laigueglia, Noli e Borghetto Santo Spirito. Sono i tre comuni del savonese inseriti nella graduatoria finale relativa alle istanze di finanziamento avanzate dai Comuni per l’assegnazione di contributi finalizzati alla realizzazione dei sistemi di videosorveglianza. La graduatoria è disponibile sul sito della Polizia di Stato.

In particolare, a Laigueglia è stato assegnato un finanziamento statale pari a 50.750,79 euro a fronte di un progetto dell’importo complessivo di 60.478,09 euro. A Noli è stato assegnato un finanziamento pari a 102.796,67 euro a fronte di un progetto dell’importo complessivo di 147.796,67 euro. Infine, a Borghetto sono stati assegnati 181.484,57 euro a fronte di un progetto dell’importo complessivo di 196.484,57 euro.

L’installazione degli impianti di videosorveglianza nei tre comuni aggiudicatari determina un significativo innalzamento degli standard di sicurezza lungo la fascia costiera della provincia, andandosi a sommare agli analoghi dispositivi già presenti nei comuni rivieraschi, alcuni dei quali finanziati negli anni scorsi dal ministero dell’interno.

Il sindaco di Borghetto Giancarlo Canepa afferma: “Il potenziamento del sistema di videosorveglianza era uno dei punti del nostro programma elettorale, perciò sapere che il ministero ha ritenuto il nostro progetto meritevole di finanziamento è motivo di grande soddisfazione e un premio al grande lavoro fatto per raggiungere questo obiettivo. Nei prossimi giorni ci ritroveremo per fare il punto della situazione e verificare che le zone nelle quali avevamo preventivato di collocare le telecamere siano ancora le più idonee. Poi cercheremo di procedere nella maniera più rapida possibile per portare a termine l’intervento”.

“Questi fondi ci consentiranno di fare un notevole balzo in avanti sul fronte della sicurezza urbana. Un impianto di videosorveglianza funzionante è fondamentale. Ancora oggi ne abbiamo avuto un esempio con la vicenda dell’anziano scomparso: senza il Targa System, che consente di leggere le targhe dei veicoli in entrata e in uscita a Borghetto, non avremmo mai potuto accertare che l’uomo aveva lasciato la città verso le 17 di ieri e quindi accertare che pochi minuti dopo aveva imboccato l’autostrada a Borghetto per poi raggiungere Trinità”.

Una versione di questo articolo è presente anche su IVG.IT

Condividi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.