Ventiduenne di Bergeggi partecipa al game show “100% Italia”, Nahele Ghisolfi: “Un’esperienza bellissima”

Ventiduenne di Bergeggi partecipa al game show “100% Italia”, Nahele Ghisolfi: “Un’esperienza bellissima”

- in Bergeggi

Bergeggi. Da Bergeggi a Milano. La giovanissima Nahele Ghisolfi, che di anni ne ha appena 22, è volata negli studi televisivi di 100% Italia, il nuovo game show di Tv8 che ha debuttato il 12 settembre. A condurre il programma Nicola Savino.

Il gioco è semplice: due coppie di concorrenti si sfidano per mettersi alla prova e indovinare i gusti degli italiani, rappresentati in studio da un panel di 100 persone. Al centro la statistica. “Il quiz ti permette in maniera divertente di raccontare l’Italia“, spiega Nahele che ha accolto fin da subito l’invito con grande entusiasmo. “Il tutto è iniziato quando ho compilato un form per partecipare al programma – racconta la 22enne -, poi la selezione. Da lì è partita un’esperienza molto bella che sta continuando a darmi molto“.

“La trasmissione sta andando bene, quindi, con molta probabilità andrà avanti fino a dicembre e forse anche più” anticipa Ghisolfi, poi prosegue: “Il bello è che si tratta di un gioco corale con un cast fisso. Questo ti permette di instaurare anche dei rapporti di amicizia. Infatti, per via della continuità, ci troviamo a vivere tutti insieme durante la settimana”. Gli episodi vanno in onda dal lunedì al venerdì alle 20,30.

Nahele al momento è laureanda in Comunicazione Media e Pubblicità a Milano: “A novembre ci sarà la proclamazione, quindi mi trovo un po’ contesa tra lo studio e le registrazioni, ma lo faccio più che volentieri. Sono appassionata del mondo dello spettacolo e dell’intrattenimento e il mio sogno è quello di lavorare nell’industria discografica”. Nell’attesa intanto con ironia e leggerezza partecipa al programma che vede nel panel connazionali di un po’ tutte le età: “Il più giovane qui ha 19 anni, il più anziano 80. Non è facile entrare nelle teste delle persone e azzeccare le domande, ma questo è proprio il bello del gioco” conclude.

IVG.IT

Condividi

Facebook Comments