Ucraina, anche il comune di Spotorno scenderà in campo per la solidarietà insieme alle associazioni

Ucraina, anche il comune di Spotorno scenderà in campo per la solidarietà insieme alle associazioni

Spotorno/Kiev. “Sotto il coordinamento della Consulta delle Associazioni – a cui daremo tutto l’aiuto ed il supporto del Comune di Spotorno – si sta attivando la rete delle nostre associazioni per la raccolta di materiale necessario alle popolazioni colpite dalla guerra in Ucraina. Domani sera si terrà una riunione urgente della Consulta per coordinare tutte le possibili iniziative e raccolte per aiutare le popolazioni colpite da questa grande tragedia”. E’ con queste parole che il sindaco di Spotorno Mattia Fiorini annuncia l’attivazione, anche da parte del nostro paese, di una rete di solidarietà nei confronti delle popolazioni colpite dalla guerra tra Russia e Ucraina.

Spiega Fiorini: “Il Comune di Spotorno – come sempre – garantirà la massima collaborazione e disponibilità, l’Assessore Veruska Schoepf si è già messa in contatto con l’associazione “Pokrova” che ci invierà un elenco dettagliato di ciò che è più necessario in modo da rendere più efficace il lavoro che faremo con la Consulta e le Associazioni. Vi aggiorneremo sulle modalità di raccolta e sul materiale necessario: sono certo che la nostra comunità non farà mancare, questa come tutte le altre volte, il proprio aiuto a chi è in difficoltà!”.

LEGGI ANCHE Parla la cittadina spotornese in Ucraina: “Tante bugie in giro, sono già morti 16 bambini”

E non manca neanche la solidarietà verbale al popolo ucraino che, spiega Fiorini, sta subendo qualcosa di “inaccettabile”. “Quanto sta accadendo al popolo Ucraino è preoccupante ed inaccettabile. Siamo vicini al popolo Ucraino, che democraticamente deve essere libero di poter decidere il proprio destino. L’apertura oggi dei negoziati fa sperare che la via del cessate il fuoco sia ancora percorribile”.

“Nei prossimi giorni la nostra comunità si organizzerà per fare la propria parte per aiutare la popolazione Ucraina, noi – insieme alle associazioni coordinate dalla Consulta – faremo la nostra parte e sono certo che il supporto di tutta la Comunità Spotornese non mancherà, auspicando che nel frattempo il tavolo delle trattative dia i suoi frutti e si possa cessare il fuoco e dare respiro alla popolazione. Forza popolo Ucraino!!!”, ha poi concluso il primo cittadino.

Condividi