Spotorno, Spiga e Pendola: “Creare colonne di ricarica per veicoli elettrici”

Spotorno, Spiga e Pendola: “Creare colonne di ricarica per veicoli elettrici”

Spotorno. In tempi di caro benzina, dove nei giorni scorsi ha raggiunto i 2.2 euro al litro, sono state numerose le proposte di risparmio. Anche a livello locale dove la minoranza spotornese, che risponde al nome di Noi Per Spotorno Che Vorrei, lancia una proposta al primo cittadino Mattia Fiorini, chiedendo l’installazione a Spotorno di colonne di ricarica per veicoli elettrici e ibridi. “Gli scenari internazionali hanno fatto alzare molto il costo dei carburanti delle autovetture e con molta probabilità la situazione non migliorerà nel breve periodo, malgrado gli interventi del governo centrale per contenere i costi alle pompe di benzina e gasolio. In questo panorama, saranno molti i cittadini italiani che si rivolgeranno all’acquisto di veicoli a 4 e due ruote con propulsione elettrica ed ibrida. Proprio la mancanza di infrastrutture localizzate nei piccoli comuni limita molto l’acquisto di questi veicoli, che saranno il futuro della mobilità privata”, spiegano i capigruppo Spiga e Pendola.

Ed è per questi motivi che il gruppo di minoranza chiede al sindaco di valutare l’installazione di colonnine di ricarica per veicoli elettrici: “Bisogna valutare la possibilità, attraverso accordi commerciali con i gestori di energia elettrica, per la realizzazione ed installazione di ‘isole’ di ricarica Fast DC per autoveicoli, motocicli e cicli a propulsione elettrica od ibrida. Negli ultimi anni l’espansione delle biciclette a pedalata assistita e la mobilità alternativa (monopattini e cicli elettrici) richiede delle infrastrutture adeguate. Vi era una proposta nata al tavolo di lavoro del Clt spotornese  (Comitato Locale del Turismo) di destinare una parte degli introiti dell’ imposta di soggiorno, per la realizzazione di colonnine di ricarica elettrica, ma ad oggi nulla si è visto. Il tutto anche come volano del turismo outdoor e della proposta turistica della nostra cittadina”, concludono i due consiglieri di minoranza.

Condividi