Spotorno rinnova la convenzione con la scuola

Spotorno rinnova la convenzione con la scuola

Il piano dell’offerta formativa è il documento fondamentale costitutivo dell’identità culturale e progettuale che esplicita la progettazione curricolare, extracurricolare, educativa ed organizzativa che l’Istituto Comprensivo adotta nell’ambito della sua autonomia, tenuto conto delle proposte e dei pareri formulati dagli organismi comunali, dalle diverse realtà istituzionali, culturali, sociali ed economiche operanti sul territorio e dalle associazioni anche di fatto dei genitori.

L’Amministrazione Comunale, già da diversi anni, sostiene, senza che ciò costituisca un obbligo di legge, l’offerta formativa rivolta alla scuola dell’infanzia, primaria e secondaria a favore dei progetti integrativi alla didattica e attraverso la fornitura di attrezzature e strumenti per lo svolgimento di attività complementari e integrative dell’iter formativo dello studente.

Dette finalità saranno attuate grazie al trasferimento diretto di risorse economiche all’Istituto Comprensivo di Spotorno, risorse che sono state allocate in modo condiviso tra Amministrazione e dirigenza scolastica, dopo un lavoro preciso e oculato per ottimizzare al meglio le risorse disponibili per le scuole di ogni ordine e grado operanti sul territorio, determinando i relativi stanziamenti nell’apposita griglia dell’integrazione al POF.

L’ottimo risultato infatti è stato raggiunto con una sinergia tra la dirigente Rosalba Malagamba dell’Istituto Comprensivo e il Comune di Spotorno nelle figure degli amministratori pubblici Gian Luca Giudice e Isabella Iozzo.

Così affermano i due amministratori: “La convenzione, nel suo complesso, riguardano le funzioni miste del personale ATA, i finanziamenti finalizzati a progetti didattici/educativi per il rafforzamento dell’autonomia Istituto Comprensivo e le attività del Consiglio Comunale dei Ragazzi per un totale di 39.000 euro.

Il supporto economico viene spalmato, in modo concertato con la dirigenza scolastica, tra i plessi dell’infanzia, primaria e secondaria. Ad esempio verranno sostenute le attività del coro scolastico, i progetti di prevenzione ai disturbi dell’apprendimento, del psicologo a scuola e senza dimenticare la parte ambientale con la certificazione Eco-Schools e il progetto Mare di plastica sulla tematica plastic free.

La convenzione interessa anche attività di SOS didattico, progetti interculturali come l’adesione a Music for Peace, la copertura con lo scuolabus di uscite extradidattiche e la possibilità di acquistare arredi o materiale tecnologico a scopo didattico. Al centro delle attività progettuali inserite nel POF si pone l’alunno, in tutte le sue dimensioni: fisico-corporea, psicologica, affettiva, relazionale e cognitiva.

La progettazione del percorso di formazione è orientata all’acquisizione ed allo sviluppo delle conoscenze, delle abilità e delle competenze, all’apprendimento di nuovi mezzi espressivi, al potenziamento della capacità relazionali, all’educazione ai principi fondamentali della convivenza civile e democratica, al consolidamento dei saperi di base anche in relazione all’evoluzione sociale, culturale e scientifica della realtà contemporanea”. 

COMUNICATO STAMPA

Condividi