Spotorno, Marcenaro sulla manutenzione stradale: “Bisognerebbe includere anche Via Puccini”

Considerata l'importante somma messa a bilancio, oltre 800.000 euro, un intervento avrebbe dovuto essere previsto anche su questa strada

Condividi

Spotorno. Se da una parte la manutenzione del manto stradale fa felici i residenti delle vie coinvolte (via Lombardia e altre), da un’altra fa scontenta una parte della popolazione e Matteo Marcenaro, consigliere di minoranza e leader di Spotorno Nel Cuore.

Il leader di minoranza, infatti, lamenta il fatto che pare che negli interventi di manutenzione non sia prevista Via Puccini, via ricca di attività commerciali e molto trafficata durante la giornata. “A seguito della segnalazione di alcuni residenti nella zona di Via Puccini i quali lamentavano il fatto che avendo richiesto se nella loro zona fossero previsti interventi di manutenzione e messa in sicurezza del manto stradale avrebbero ricevuto risposta negativa da parte dell’Amministrazione ho provveduto a presentare un’interpellanza all’Amministrazione stessa”, ha spiegato Marcenaro.

“In particolare – continua il leader di Spotorno Nel Cuore – nell’interpellanza ho chiesto se tali informazioni rispondano al vero, ossia se effettivamente
Via Puccini non verrà interessata da interventi di manutenzione del manto stradale. Considerata l’importante somma messa a bilancio, oltre 800.000 euro, un intervento avrebbe dovuto essere previsto anche su questa strada che viene giornalmente percorsa non solo dai residenti nella zona ma anche da un considerevole traffico portato dalle attività commerciali presenti. Mi auguro che le informazioni date ai residenti non siano corrette e che sia previsto un intervento di rifacimento del manto stradale anche in Via Puccini”.

E ancora: “Qualora ciò non fosse invito il Sindaco e l’amministrazione a valutare una revisione del programma di manutenzione stradale inserendo anche questo tratto di viabilità tra quelli oggetto di riqualificazione, magari sfruttando eventuali risparmi ottenuti in sede di aggiudicazione che ho comunque richiesto di
quantificare nella risposta all’interpello”.

Condividi