Spotorno, la minoranza sul Coreallo: “In estate un acquitrino maleodorante”

Spotorno, la minoranza sul Coreallo: “In estate un acquitrino maleodorante”

Spotorno. Continuano a preoccupare e a far discutere le condizioni igienico-sanitarie del torrente Coreallo, che passa sotto la nuova terrazza a mare Ferrer Manuelli. Un discorso che la minoranza Insieme Per Spotorno porta nuovamente alla luce, ricordando che questa situazione di degrado si ripete “ciclicamente da più di 5 anni”. Minoranza che ha dunque presentato un’interpellanza alla giunta chiedendo chiarimenti, spiegando che il torrente è diventato un “acquitrino maleodorante, con acqua stagnante e piena di rifiuti in galleggiamento”.

“Presumibilmente l’acqua stagnante che si trova sia a monte che a mare della Rotonda Ferrer non è solo acqua di fiume visto l’odore che emana. Con tutta probabilità vi è anche scolo di fognatura proveniente da percolamenti delle piastre di Piazza Napoleone, via Francia e dalla zona del Siaggia”, prosegue la minoranza.

“Tale situazione va avanti da diversi anni, con le lamentele degli operatori economici della zona per il poco decoroso stato in cui si presenta la foce del fiume. Con tutta probabilità, qualora avesse piovuto copiosamente durante il mese di luglio ed agosto tutto quanto presente nella foce del fiume sarebbe terminato in mare, con una certamente ricaduta sul settore turistico balneare, con probabile divieto di balneazione, per superamento dei limiti di batteri nell’acqua”, ricordano i consiglieri Spiga e Pendola.

Infine le domande al sindaco Mattia Fiorini e al vice Marina Peluffo, anche assessore ai Lavori Pubblici: “Come mai la foce del fiume si trova ogni estate in questa situazione? Sono stati effettuati i campionamenti delle acque stagnanti presenti nel fiume, per verificare se vi fosse la presenza di percolamenti fognari? Se confermata la presenza di percolamenti fognari, quali interventi sono in previsione per evitare la prossima stagione estiva l’ennesima situazione?”, concludono.

Condividi