Spotorno, i consiglieri Bardini e Ciccarelli presentano un’interpellanza sulla situazione delle aree canine

Spotorno, i consiglieri Bardini e Ciccarelli presentano un’interpellanza sulla situazione delle aree canine

Spotorno. “Sempre più negli ultimi anni è andato crescendo il desiderio da parte dell’uomo di condividere la propria vita con l’animale domestico per eccellenza, in grado di comprenderci e di renderci felici; di conseguenza è anche cresciuta l’attenzione nei confronti del migliore amico dell’uomo, attenzione ai suoi bisogni, al suo benessere, alla felicità di entrambe le parti di quello splendido rapporto di amicizia che c’è tra uomo e cane. Per migliorare la qualità della vita dei cittadini in relazione con i loro cani tante amministrazioni dedicano a loro volta attenzione al tema, con aree dedicate agli animali, spazi adibiti allo svago che diano la possibilità di liberare in sicurezza i cani dei cittadini e non. Tutto ciò è stato completamente e incredibilmente lasciato in stato d’abbandono dall’amministrazione comunale di Spotorno”. A dirlo sono i consiglieri comunali del gruppo Spotorno Obbiettivo 2026 Camilla Ciccarelli e Lorenzo Caviglia Bardini.

“Le aree canine comunali, fulcro per tanti padroni spotornesi delle loro passeggiate in compagnia, sono lasciate al degrado dall’amministrazione Fiorini. Purtroppo gli esempi sono sotto gli occhi di tutti, verde incolto e erba non tagliata in Via Magiarda, tubi che perdono e allagano l’area canina rendendola una fanghiglia, recinzioni divelte e cancellata abbattuta in Via Berninzoni, deiezioni abbandonate per mesi a cielo aperto, soprattutto nel periodo estivo, al Parco Monticello”.

“Per questi più che sufficienti motivi abbiamo presentato un’interpellanza sulla situazione attuale delle aree canine di cui sarà data risposta in consiglio comunale, sollecitando l’amministrazione a un controllo periodico delle aree canine di Spotorno e a un’immediata soluzione delle criticità attuali. Ci chiediamo se l’amministrazione ritenga possibile, nel 2022, avere delle aree canine in queste condizioni, se lo si ritiene un disagio sostenibile per i cittadini e come mai l’amministrazione intervenga solo ed esclusivamente di fronte alle proteste della minoranza”, hanno concluso i due consiglieri comunali.

© IVG.IT

Condividi