Spotorno eroga 56 mila euro di buoni spesa

Condividi

Spotorno. Hanno riscosso grande “successo” i buoni spesa alimentari messi a disposizione del comune di Spotorno per tutte quelle famiglie che, a causa del Coronavirus, si sono ritrovate in difficoltà.

Il modello da compilare, presente sul sito del comune, è stato reso disponibile in versione cartacea presso la sede della Croce Bianca con numero di telefono di supporto, per chiunque avesse riscontrato difficoltà nella domanda. I buoni, che variavano di valore a seconda del numero dei componenti del nucleo familiare, andavano dai 100€ ai 480€, spendibili per l’80% del loro valore presso i supermercati del paese.

L’erogazione dei buoni ha visto nascere tre “edizioni”, con la prima il 6 aprile e l’ultima il 5 maggio. Erogati dunque 56.000€ suddivisi in 276 istanze. Di questi 56 mila euro ben 36.000€ li ha stanziati il comune, mentre i restanti 20 mila li ha messi a disposizione lo Stato.

“Desideriamo ricordare – spiegano dall’amministrazione – i numerosi servizi che sono stati implementati dal comune di Spotorno a favore dei cittadini per far fronte all’emergenza sanitaria, servizi realizzati in collaborazione con associazioni quali Croce Bianca, AIB, Il Melograno, Centro Ricreativo e tanti volontari coordinati questi ultimi da Natalia Veirana di Coopearci. Ringraziamo tutti per il prezioso e insostituibile supporto. I servizi realizzati sono: Spesa a casa e Consegna farmaci rivolti a cittadini privi di rete famigliare, ComuniChiamo quale canale diretto con il cittadino per richiesta informazioni, supporto psicologico e “telefono di compagnia” per un contatto quotidiano con i cittadini più soli e privi o poco pratici sull’utilizzo della rete. E’ stato implementato inoltre il servizio di Prestito librario e il Supporto per il cambio medico di famiglia, quest’ultimo realizzato con il supporto di Progetto Città”.

“Un ringraziamento particolare va infine da parte dell’amministrazione ai dipendenti comunali coinvolti che hanno saputo cogliere l’indirizzo dell’Amministrazione trasformandolo in azione concreta in tempi rapidissimi ed implementando i servizi prima descritti”, conclude l’amministrazione.

Condividi