Spotorno Che Vorrei:”Tutto il paese interdetto al parcheggio”

Spotorno Che Vorrei:”Tutto il paese interdetto al parcheggio”

Nuovo comunicato della minoranza – questa volta a unica firma di Spotorno Che Vorrei – verso la giunta guidata da Mattia Fiorini. Questa volta il bersaglio sono i lavori alla segnaletica orizzontale, che nell’ambito dei parcheggi stanno causando parecchi disagi. “Questa mattina gli spotornesi si sono svegliati con una brutta sorpresa: tutto il paese interdetto al parcheggio per i lavori in corso dovuti alla manutenzione della segnaletica orizzontale. Chi avesse voluto fermarsi a Spotorno anche per consumare una breve colazione o far acquisti ha dovuto rivolgersi altrove. I pochi parcheggi liberi presi d’assalto e controllati senza sosta. Il Gruppo Spotorno Che Vorrei si chiede com’è possibile che un’Amministrazione crei tali disagi”, si legge nella nota.

E ancora, nel comunicato si attacca la mancata organizzazione da parte della giunta nello svolgere tali lavori. “Com’è possibile non avere un minimo di programmazione competente ed adeguata a gestire un comune turistico importante come Spotorno, com’è possibile non capire che lavori di questo tipo devono essere frazionati in quanto il cittadino deve essere sempre al centro dell’azione quotidiana di un buon amministratore avendo per altro appena richiesto ai cittadini di Spotorno di pagare 15 euro per il tagliando sosta gratuita residente sugli stalli blu”.

In conclusione di comunicato, Spotorno Che Vorrei lancia una frecciatina:”Ci sembra che la giunta, quando si tratta di fare questi lavori, non sia lei a dettare i tempi ma segua più semplicemente le comodità delle ditte che vincono gli appalti”.

Condividi