Spotorno, bando affitti e bando commercianti: ecco come ottenerli e le cose da sapere

21112011 spotorno via aurelia il municipio
Condividi

Ecco chi può richiedere il bando affitti e commercianti e le cose da sapere

Spotorno. Con l’ormai imminente zona arancione nella quale dovrà stare la Liguria per 14 giorni almeno, le restrizioni catapulteranno indubbiamente moltissime attività dentro una crisi simile, se non peggiore, a quella subita durante il lockdown. Una crisi che ha colpito anche Spotorno e che si farà sentire anche questa volta, con moltissime attività (bar e ristoranti) costrette alla chiusura o in alternativa all’asporto.

Per fronteggiare i problemi economici di famiglie e imprenditori, dunque, il Comune di Spotorno ha dato il via alla seconda edizione del bando affitti e il via al bando commercianti, con manovre di sostegno economico per le due categorie. Ma non tutti possono accedere ai sussidi offerti dal comune, occorrerà – proprio come in lockdown – soddisfare alcuni requisiti.

BANDO AFFITTI: ECCO COME OTTENERLO

Il bando attuale è finanziato con risorse regionali. La prima edizione del bando è stata sostenuta invece con risorse del bilancio comunale. Tra i requisiti necessari occorre la residenza anagrafica nel Comune di Spotorno e un valore dell’ISEE non superiore a €16.700.

“Nel caso il beneficiario – spiega il comune – abbia percepito il Contributo Comunale Sostegno Locazioni 2020 – Annualità 2019 con la prima edizione del bando sostenuta solo da risorse comunali – lo stesso sarà decurtato dell’eventuale contributo regionale spettante. Il termine di presentazione delle istanze, trasmissibili con le modalità descritte nel bando, sarà tassativamente alle ore 13.00 del 13 novembre 2020. In caso di difficoltà nella compilazione della domanda il cittadino potrà contattare telefonicamente l’assistente sociale ai numeri 019.7415073 oppure 335.7515534, ai fini dell’assistenza telefonica alla compilazione, dal lunedi al venerdi dalle ore 09.00 alle ore 13.00”.

BANDO COMMERCIANTI: ECCO COME OTTENERLO

Per quanto riguarda i commercianti, oltre alle già stanziate misure come l’azzeramento del suolo pubblico del 2020 e lo sconto del 33% sulla Tari, arriveranno altri 150 mila euro stanziati dal comune, per un totale di oltre 300 mila euro di aiuti. “Le possibilità offerte dal bando sono molto ampie : dal ristoro delle spese per acquisto materiali ed altre spese per adeguamento COVID sino alla riqualificazione di arredi, locali ed impianti”, spiega il sindaco Mattia Fiorini.

Potranno partecipare;
– Gli esercizi di vicinato (superficie di vendita inferiore o uguale ai 100mq), i pubblici esercizi, le imprese di artigianato con punto vendita nel territorio
– che hanno garantito l’apertura al pubblico per almeno 8 mesi l’anno documentabili
– che hanno sede legale o un’unità locale nel Comune di Spotorno
– che non hanno usufruito o ottenuto altre agevolazioni per la parte della spesa ammessa a contributo
– che risultano in regola, nei 5 anni antecedenti la data di pubblicazione del bando, con tutti i pagamenti, di qualsiasi natura (riconducibili all’azienda o ai proprietari/gestori) dovuti all’Amministrazione Comunale
– che risultano in regola con i pagamenti di eventuali canoni di locazione (in caso di locale di proprietà dell’Amministrazione Comunale)
– che non hanno contenziosi in essere con il Comune di Spotorno.

LEGGI ANCHE – Spotorno, decollano contagi e isolamenti: la situazione

Saranno espressamente escluse;

  • sale scommesse, sale da gioco, compro oro, argento e attività simili;
  • discoteche, sale da ballo, night club e simili
  • agenzie e/o imprese assicurative e/o di intermediazione finanziaria, agenzie immobiliari
  • distributori automatici di cibi e bevandex società avente ragione sociale “S.p.A.”
  • attività esclusivamente on line e/o NON aventi un locale fisso, accessibile e aperto al pubblico.

“Il contributo massimo – spiegano dal comune – sarà pari all’85% delle spese ammissibili al netto di IVA sino ad un massimo di 5000 euro, per una spesa di investimento minima di 1000€ (al netto dell’IVA). Per garantire la più ampia applicabilità del bando si potrà richiedere il contributo per spese (servizi/lavori/acquisti)”.

A) già sostenute nel corso del 2020 o comunque che si completeranno entro il 31/12/2020

B) ancora da sostenersi o che non si è certi di terminare entro il 31/12, da terminare però entro il 30/05/2021 – termine massimo per presentare fatture quietanziate 30/6/2021. Qualora dovessero venire revocati dei contributi per il mancato rispetto delle scadenze indicate, verrà effettuato scorrimento della graduatoria ed assegnati i contributi ai successivi che avranno tempo sino a dicembre 2021.

Il bando commercianti sarà pubblicato ufficialmente nei prossimi giorni.

Condividi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.