Spotornese, c’è il progetto per il Siccardi: i dettagli

Condividi

Il “Siccardi” pronto al restyling: progetto da 1,2 milioni di euro per omologare lo stadio fino all’Eccellenza

 

Spotorno. “Come promesso negli incontri preliminari che hanno portato alla ri-fondazione della Spotornese Calcio, ieri la Giunta ha approvato il progetto definitivo di rifacimento del Campo Sportivo Comunale ‘Siccardi’ realizzato ed approvato in tempo record per presentare domanda di finanziamento al bando nazionale Sport e periferie”. Lo annuncia il sindaco di Spotorno, Mattia Fiorini.

Il progetto, del costo di circa 1,2 milioni di euro, prevede la realizzazione del nuovo manto di gioco in erba sintetica, e l’aumento di dimensioni sino a 103×63 metri in modo da omologarlo sino all’Eccellenza.

“Durante gli incontri che hanno visto nascere il numerosissimo gruppo di appassionati con la volontà di far rivivere la Spotornese Calcio, assente dal 2013, uno degli elementi chiave di confronto con l’amministrazione comunale è stato ovviamente quello degli impianti sportivi – spiega il primo cittadino – Da subito avevamo condiviso il progetto, già finanziato, del nuovo campetto a 7 presso il Parco Monticello i cui lavori inizieranno a febbraio -utilissimo per la scuola calcio- ma visto l’entusiasmo e la reale volontà di rivedere la mitica maglia bianco-celeste calcare i campi di calcio ci siamo anche impegnati a realizzare un progetto per il recupero della casa storica dei biancocelesti, il campo a 11 Siccardi in località Serra, in stato di abbandono da quando la Spotornese cessò l’attività”.

“Così come da quel gruppo di appassionati ben presto ha visto la luce la rifondata Spotornese Calcio, società e giocatori, così anche noi abbiamo rispettato gli impegni presi – scrive Fiorini – e mentre sono state presentate le richieste di omologazione per il progetto del campetto del Monticello al CONI e FIGC, ieri la giunta comunale ha approvato il progetto definitivo di rifacimento del Campo Siccardi che questa mattina è stato caricato sul portale del ministero per partecipare al bando Sport e Periferie”.

Il progetto è stato realizzato con la collaborazione della Spotornese Calcio e dell’Hockey Savona, ed il manto e la tracciatura sono stati scelti in modo da consentire il gioco del Calcio e dell’Hockey su prato: “Un progetto nel quale abbiamo creduto sin da subito – puntualizza il sindaco – e che è stato accolto con favore dalla stessa Spotornese Calcio”. Verranno poi rifatte le recinzioni, le torri faro a led, e tutti i volumi di servizio (spogliatoi, infermeria, bagni, biglietteria) nonché l’adeguamento alle normative esistenti e la piena accessibilità senza alcuna barriera.

“Incrociando le dita in attesa dell’esito del bando – prosegue Fiorini – vogliamo ringraziare la nostra Spotornese Calcio con il presidente Luigi Ferrando, tutti i membri dei direttivo e del gruppo di lavoro, il gruppo Hockey Savona con Franco Melis, Massimo Pavani e Luciano Penna per la preziosissima collaborazione nella stesura del bando e nella nascita di un rapporto tra due sport che consentirà al nostro territorio ed ai nostri ragazzi di potersi cimentare sia con lo sport nazionale che con uno sport meno diffuso ma ugualmente appassionante, il consigliere allo sport Matteo Camia, l’assessore Marina Peluffo e l’Ufficio Tecnico Comunale per la celerità e l’impegno dedicati che hanno consentito di arrivare puntuali e pronti ad una scadenza molto ravvicinata”.

“In ultimo vorrei ringraziare il presidente FIGC Liguria Giulio Ivaldi ed il consigliere Franco Rebella, per averci affiancato e spronato un anno fa a recuperare la nostra storica Società di calcio, che ora finalmente calca di nuovo il campo di gioco, recuperando così oltre 70 anni di storia del calcio Spotornese” conclude il sindaco.

Condividi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.