Regionali, scende in campo anche Roberto Arboscello (Pd)

Condividi

Il sindaco di Bergeggi annuncia: “Avremo un modo di fare politica semplice e leale”

Liguria. Anche Roberto Arboscello, primo cittadino di Bergeggi in quota Partito Democratico, ha scelto di scendere in campo per le prossime elezioni regionali previste per il 20 e il 21 settembre 2020. Ad annunciarlo lui stesso in un incontro con la stampa avvenuto questa mattina a Savona, in Piazza Sisto.

“Ho deciso di accettare questa sfida  per rispondere al calore e all’entusiasmo di tante persone e cittadini, che hanno individuato nel mio nome la persona giusta per rappresentarli, che mi hanno mostrato fiducia e stima in questi anni chiedendomi un impegno al di fuori dell’ ambito comunale. E’ una grande responsabilità e servirà una buona carica di energia per intraprendere questo percorso; lo farò mettendo a disposizione della comunità e della provincia di Savona tutta la passione sincera, l’impegno e l’esperienza maturata in questi anni da Sindaco, in mezzo alle persone”, ha esordito Arboscello.

Prosegue il sindaco: “Credo in una politica concreta e sincera, che abbia visione e prospettiva, che individui i problemi e si attivi velocemente per ricercare sostegno e risorse. Credo nella forza delle idee e in una politica nuova, rinnovata, fresca, dinamica, trasparente, pulita. Una politica costruttiva e basata sul dialogo con alleati e opposizioni. Per troppo tempo la nostra provincia è rimasta marginale nella scelte politiche regionali e ora è arrivato il momento di ribaltare questa situazione. Savona deve tornare al centro della Liguria. Sarà il mio impegno principale. Ho  la determinazione a dare ai miei figli e ai loro coetanei un futuro migliore. Inizia una sfida per il futuro: la mia è una passione sincera,  ce la metterò tutta con l’ obiettivo di ricostruire una provincia e una Regione nei prossimi anni con idee di lungo periodo, con scelte coraggiose e soprattutto  realizzabili”.

Tra i principali obiettivi del sindaco di Bergeggi ci sono le migliorie alla sanità savonese, una burocrazia rapida e semplice, accessibile per tutti e uno sviluppo economico in netta ripresa, con più posti di lavoro e più duraturi.

Condividi