Opera Pia, manca il personale: niente videochiamate con gli ospiti. Protesta dei parenti

Opera Pia, manca il personale: niente videochiamate con gli ospiti. Protesta dei parenti

Spotorno. Non solo le visite in presenza sospese – giustamente – a causa del Covid ma anche, come emerso nelle ultime ore, sospese le videochiamate con gli ospiti della struttura per tutti i familiari. Videochiamate che, in vista delle festività, erano state programmate dal 24 al 26 dicembre e dal 31 al 2 gennaio. Una decisione che la casa di riposo Opera Pia ha comunicato a tutti i parenti degli ospiti tramite lettera, e che ha mandato su tutte le furie proprio quest’ultimi.

“Se possiamo capire come, a causa dell’aumento dei contagi, sia impossibile effettuare le visite fisicamente, non possiamo capire nè tantomeno accettare questa decisione di sospendere le videochiamate, decisione dura da mandare giù per tutti quelli che, come me, hanno un familiare all’interno della struttura”, ha raccontato ai media uno dei familiari di un ospite. Le visite fisiche, invece, saranno bloccate almeno fino al 10 gennaio.

E a rispondere sul perchè non ci saranno nè videochiamate nè visite, ci ha pensato il direttore sanitario della struttura Veruska Schoepf, nonchè assessore esterno della giunta Fiorini: “Mi dispiace che qualcuno si sia affidato ai giornali, nonostante noi abbiamo spiegato in maniera chiara i motivi della nostra decisione. La carenza di personale è un problema serio. Soprattutto nei giorni festivi, dove è ancor più difficile garantire le cose base come la cura e l’accudimento dei nostri ospiti. In quanto direttore sanitario ho già sollecitato la Sereni Orizzonti a inviare nuovo personale, ma pare che ad oggi la disponibilità sia limitata. Con questi numeri, purtroppo, non possiamo dirottare un’operatrice al servizio delle videochiamate per tutti e 51 gli ospiti. Ovviamente, se ci verrà inviato nuovo personale provvederemo immediatamente alla soluzione del problema”, ha poi concluso la Schoepf.

Sulla questione è intervenuto anche il consigliere di minoranza Massimo Spiga, che ha commentato su Facebook: “Complimenti al parente di un degente per aver fatto emergere una situazione scandalosa. Vedremo le motivazioni per le quali non c’è personale. Gli ospiti in RSA Opera Pia Siccardi non possono essere abbandonati dai propri cari nelle festività”.

Condividi