Mozziconi di sigaretta, la campagna del Comune

Mozziconi di sigaretta, la campagna del Comune

Prende il via la campagna di sensibilizzazione sull’abbandono dei mozziconi di sigaretta lanciata dal Comune di Spotorno. La campagna sarà volta a sensibilizzare soprattutto tutti coloro che si recano al mare, dal momento che moltissimi mozziconi – nel periodo estivo – vengono gettati sulle spiagge spotornesi. 

Il tutto in sinergia tra Comune di Spotorno, Associazione Bagni Marini Spotorno, Olimpia Sub e Associazione Albergatori. Spiega Gianluca Giudice, consigliere con delega all’Educazione Ambientale:”Il fumo fa male e lo sapete, ma le sigarette fumate e poi spente in spiaggia sono al primo posto nella classifica dei rifiuti che soffocano il Mar Mediterraneo. Fra le nefaste abitudini dei turisti e degli indigeni che si recano al mare c’è la voglia di fumare sulla spiaggia e poi di spegnere la sigaretta sotto la sabbia, lasciandola lì come fosse polvere sotto il tappeto. Secondo una ricerca dell’Istituto nazionale dei Tumori di Milano, pubblicata dal Corriere della Sera, l’inquinamento generato dalle sigarette fumate in spiaggia equivale a quello di una zona a elevato traffico di auto. Il primo consiglio quindi, se proprio dovete fumare, che almeno vi ricordiate di togliere i mozziconi quando ve ne andate. Migliaia sono le cicche spente sulla sabbia come fosse un posacenere, infilate negli scogli oppure addirittura buttate a mare. Un gesto di maleducazione e menefreghismo verso l’ambiente, le risorse naturali, la salute e in definitiva verso la bellezza del nostro Paese Italia, non solo Spotorno”.

Molti bagni si sono già adoperati nel distribuire simpatici “portacicche” ai propri clienti ma, come ribadisce Giudice, “Noi del Comune provvederemo a consegnare a tutti gli stabilimenti balneari dei set di cornetti portacicche con relativi fogli informativi, dal momento che le sigarette riversano nel nostro mare oltre 4.000 sostanze dannose”. 

Infine, vengono ricordate le sanzioni per chi inquina l’ambiente:”Fino a 150€ per chi abbandona chewing gum, fazzoletti e simili per strada. Da 30€ a 300€ per chi inquina l’ambiente marino con i mozziconi di sigaretta”. 

Condividi