“Liberiamo la Liguria dai liguri”

Condividi

E’ una goliardica crociata quella che parte da Cuneo, lanciata dalla pagina Facebook “Spurgatocn” in un post.

“Nasce il “Comitato Cuneese per la Liberazione della Liguria dai Liguri”.
Un progetto ambizioso quello del fronte armato che ha deciso, dopo secoli di spiagge occupate e di focacce strapagate, di prenderci finalmente quella striscetta di terra che impedisce alla provincia di Cuneo di avere il suo sbocco sul mare.
I generali del comitato fanno sapere che se i liguri si arrenderanno spontaneamente e deporranno senza ribellarsi le armi non ci saranno spargimenti di sangue o di pesto.
A chi collaborerà verrà data la possibilità di tenersi una piccola sdraio fatiscente al sole per soli 50 € giornalieri, bevande escluse e senza l’uso del bagno che sarà riservato ai clienti dei nuovi bar cuneesi che nasceranno sulle spiagge, dove finalmente una bottiglietta di acqua fresca costerà meno di 10 € e sarà effettivamente fresca.

Gli oppositori saranno invece condannati a morte tramite una delle esecuzioni più atroci esistenti, ovvero gli verrà lanciata addosso per un’ora di fila della “sabbia” ligure che corrisponde a sassi di circa mezzo kg l’uno.
HASTA LA LIGURIA LIBERA, SIEMPRE”

Recita il comunicato apparso sulla pagina Facebook. Post che, come ogni estate, innesca le classiche frecciatine tra liguri e turisti – in questo caso piemontesi –  molto spesso goliardiche e dai toni scherzosi. Dei veri e propri sfottò, insomma.

Ma non solo. Si va a provocare anche la Liguria e i suoi prezzi, come si legge:“A chi collaborerà verrà data la possibilità di tenersi una piccola sdraio fatiscente al sole per soli 50 euro giornalieri, bevande escluse e senza l’uso del bagno che sarà riservato ai clienti dei nuovi bar cuneesi che nasceranno sulle spiagge, dove finalmente una bottiglietta di acqua fresca costerà meno di 10 euro e sarà effettivamente fresca”.  E ancora:”I generali del comitato fanno sapere che se i liguri si arrenderanno spontaneamente e deporranno senza ribellarsi le armi non ci saranno spargimenti di sangue o di pesto”. 

Come risponderanno i liguri? Ancora non si sa. Di certo la classica battaglia estiva è già cominciata, e sembra più appassionante di sempre.

Condividi