Il Sottosegretario di Stato Costa visita la Croce Bianca: è polemica

Il Sottosegretario di Stato Costa visita la Croce Bianca: è polemica

- in Spotorno

Spotorno. Oggi pomeriggio il Sottosegretario di Stato Andrea Costa ha fatto una visita a due importanti realtà associative della comunità spotornese, la Pubblica Assistenza Croce Bianca e la locale sezione AVIS.

Il Sottosegretario ha incontrato il direttivo dell’AVIS ed alcuni donatori con il quale si è congratulato per i risultati raggiunti negli anni ed è altresì rimasto piacevolmente stupito per la sede perfettamente organizzata.

Vista la perfetta efficienza il sottosegretario, anche lui donatore AVIS, si è impegnato a testare personalmente la funzionalità della sezione spotornese venendo a donare il sangue a Spotorno alla prima occasione possibile.

Molto apprezzato anche l’incontro in Croce Bianca nel corso del quale alcuni dei militi presenti hanno rappresentato al sottosegretario l’esigenza di una maggior tutela degli autisti delle ambulanze durante l’attività di servizio.

Su questo punto il Sottosegretario Costa si è preso l’impegno di riaprire alcuni dossier normativi attualmente accantonati con l’intento di sottoporre al Governo ed al Parlamento disposizioni tese ad agevolare l’attività di volontariato prestata da tanti militi in tutte le Pubbliche Assistenze del nostro Paese.

La Croce Bianca si dissocia: “Visita non concordata”

Dal suo canto, la pubblica assistenza spotornese si dissocia da questa visita che, pare, non è stata concordata e ricorda di essere un’associazione apolitica.

“Comunicazione da parte del Presidente e del Consiglio Direttivo: La P. A. Croce Bianca Spotorno manifesta stupore e contrarietà per la visita propagandistica presso la propria sede della lista elettorale “insieme per Spotorno”, visita non concordata, e, anzi, avendo già precedentemente espresso il Consiglio direttivo parere contrario a questa presentazione, inattesa e inopportuna. La P. A. Croce Bianca Spotorno, come da Statuto Associazione apartitica e apolitica, stigmatizza l’utilizzo della propria immagine e del proprio operato a fini propagandistici ed elettorali. Inoltre, la P. A. Croce Bianca Spotorno rassicura la cittadinanza sulla totale assenza di qualsivoglia criticità nella propria attivit”, conclude la PA.

Condividi

Facebook Comments