Dimissioni Spotorno, il comunicato di Spotorno Che Vorrei

Dimissioni Spotorno, il comunicato di Spotorno Che Vorrei
Condividi

Tramite un comunicato stampa diffuso nella mattinata di oggi, il gruppo di minoranza Spotorno Che Vorrei ha voluto commentare le dimissioni del vicesindaco Gianni Spotorno.

“Non ci piace speculare su vicende che non riguardano direttamente la vita politica ed amministrativa del nostro Paese; abbiamo però letto le notizie apparse sui quotidiani che riguardano le dimissioni del vice sindaco Gianni Spotorno, ex consulente Azimunt e ci sentiamo obbligati a formulare il nostro pensiero” commentano in una nota Massimo Spiga e Francesco Bonasera del Gruppo Consiliare Spotorno Che Vorrei.

“Le dimissioni da Consigliere Comunale sono normate dall’art.17 del Regolamento Comunale che stabilisce che queste “devono essere presentate personalmente ed assunte immediatamente al protocollo” in alternativa “devono essere autenticate ed inoltrate al protocollo per il tramite di persona delegata”. Non ci risulta che tutto ciò sia avvenuto sabato come dichiarato dal Sindaco che ha fatto apparire come il suo collaboratore abbia rassegnato le dimissioni prima degli articoli apparsi sui quotidiani. Premesso inoltre che il nostro più sentito augurio è che la vicenda si possa risolvere senza che nessuna famiglia ne abbia a patire ma poiché le voci in paese corrono e si alimentano ogni ora di nuove persone coinvolte siamo rimasti scioccati delle dichiarazioni che il Sindaco Fiorini ha fatto sul suo profilo Facebook”.

“In esso egli ha sottolineato le prodezze del suo più stretto collaboratore facendo un inutile e fuori luogo elenco delle iniziative fatte dall’assessore senza preoccuparsi degli spotornesi eventualmente coinvolti nella vicenda – concludono – Non vogliamo entrare nel merito dei fatti per i quali attendiamo più direttamente gli sviluppi, certo che dal Sindaco della nostra Spotorno gli spotornesi avrebbero voluto maggior coerenza”.

Condividi