Coronavirus, uno spotornese che vive a Piacenza: “Niente panico”

Coronavirus, uno spotornese che vive a Piacenza: “Niente panico”

Questo il pensiero di A.A, ragazzo originario di Spotorno che attualmente risiede a Piacenza, città vicinissima alla zona rossa dove sarebbero stati segnalati i primi contagi del Coronavirus.

“Cari amici e amiche di Facebook, alcuni di voi ironizzano molto sul corona virus, a volte lo faccio anche io per non pensarci troppo. Chiaramente non è necessario fare allarmismi e creare agitazione ma alcuni comportamenti che a voi sembrano stupidi in alcuni casi non li sono affatto. Qualcuno di voi lo sa, altri no, ma io da ormai 3 anni vivo a Piacenza e torno a casa solo saltuariamente. Mi sarebbe piaciuto farlo anche in questi giorni ma, per una presa di responsabilità (considerando che ho colleghi di università che vengono o frequentano da quelle zone considerare rosse), ho deciso di rimanere qui nell’attesa di avere maggiore sicurezza. A Piacenza non siamo ancora obbligati a chiuderci in casa ma sono state prese le stesse precauzioni di molte altre regioni (Liguria compresa), tuttavia un cosa è certa, non è così tranquillizzante pensare che siamo a non più di 15 km dal focolaio. È chiaro che in un raggio così piccolo lo spostamento di persone tra queste zone può essere stato molto intenso e quindi le preoccupazioni ci sono tutte. Questo comporta assalti prima alle mascherine, poi ai disinfettanti ed infine ai generi alimentari specialmente non deperibili. Anche a noi alle prime notizie di venerdì mattina la situazione è sembrata quasi assurda e allarmistica, in realtà nel giro di 24h la situazione come sapete è cambiata e peggiorata drasticamente e chiaramente ci ha coinvolti almeno emotivamente. Ci tengo a ricordare che non serve agitarsi e che è sufficiente seguire le linee indicate dalle autorità. Vi prego solo gentilmente di non prendere sotto gamba la situazione perché se pensiamo a tutte le cose che abbiamo fatto nell’ultima settimana chiaramente i contatti sono stati tanti e non sappiamo chi abbiamo incontrato. Per il resto auguro a tutti i buona serata. Grazie per chi ha avuto la pazienza almeno di leggere il mio consiglio”.

Condividi