Coronavirus e scuola, a Spotorno completati i lavori di edilizia leggera

Condividi

La scuola ripartirà il 14 settembre: realizzate due grandi aule nella primaria e nella secondaria di Spotorno

Spotorno. Si è svolta martedì 25 agosto la riunione del tavolo tecnico intercomunale – Spotorno, Noli, Vezzi Portio – con la partecipazione dell’Istituto Comprensivo e del Consiglio di Istituto avendo all’ordine del giorno il rientro a scuola del 14 settembre. “I lavori di edilizia leggera – spiega il sindaco Mattia Fiorini – sono stati completati e quindi sono state realizzate due grandi aule: una presso la scuola secondaria – al piano terra – e una presso la scuola primaria, al primo piano lato est”.

Con tutte le misure di sicurezza previste per gli alunni causa coronavirus, sono state anche cambiate le disposizioni per le lezioni. Nella scuola secondaria, per esempio, gli alunni svolgeranno le lezioni nella grande aula di informatica che andrà a sostituire le due più piccole al primo piano. Continua Fiorini: “Ricordiamo che per la scuola dell’infanzia non sono previsti interventi strutturali (la scuola dell’infanzia sarà tutta al piano terra spalmata su tre aule, mentre sezione primavera e micronido continueranno il loro servizio al primo piano).Gli spazi scolastici quindi sono stati definiti e sposano perfettamente le esigenze numeriche della popolazione scolastica dell’anno 2020/21 nel rispetto del distanziamento”. E ancora: “La dirigente scolastica ha informato il tavolo tecnico che l’Istituto ha ordinato in autonomia dispositivi di protezione individuale (mascherine, visiere, gel igienizzante, detersivi per superfici) per avere una propria scorta oltre ai materiali che verranno forniti dal Ministero. Inoltre il tavolo tecnico condivide la proposta di utilizzare tutti gli ingressi possibili nei vari plessi scolastici per permettere l’ingresso in maggiore sicurezza degli alunni e limitare così gli ingressi scaglionati”.

“Per quanto riguarda l’organico aggiuntivo – afferma la dirigente scolastica – non si hanno ancora risposte certe: ragionevolmente arriveranno indicazioni sia per il personale docente che per i collaboratori scolastici nei primi giorni di settembre. Ogni plesso avrà un referente Covid opportunamente formato che si occuperà della gestione della procedura nel caso di alunni o personale con sintomi. Il personale ATA verrà formato sulla pulizia e igienizzazione degli ambienti nei primi giorni di settembre. La linea dell’Istituto – per il contenimento epidemiologico – è quella che gli alunni divisi per classi dovranno frequentare solo i membri del proprio gruppo: pertanto non ci saranno attività sportive di gruppo che prevedano l’unione di più classi (non si tratta dell’ora di educazione fisica che invece viene svolta dalle singole classi isolate). Quindi, seguendo questa impostazione, gli esperti esterni potranno intervenire solo a distanza”.

Nei prossimi tavoli tecnici verranno definiti altri punti come l’arrivo a scuola, gli ingressi, l’utilizzo della mascherina e il pre-scuola.

Condividi