Carburanti, il consiglio dei ministri pronto a varare il decreto: i prezzi si abbasseranno di 15 cent al litro

Carburanti, il consiglio dei ministri pronto a varare il decreto: i prezzi si abbasseranno di 15 cent al litro

Liguria. Il Consiglio dei ministri è pronto a varare domani il decreto con la cosiddetta “accisa mobile”, che dovrebbe far risparmiare 10-15 centesimi su ogni litro di carburante e quindi contrastare la folle corsa dei prezzi. Le mancate entrate per lo Stato verrebbero compensate dal maggior gettito Iva dato dagli stessi rincari, come illustrato ieri al Senato dal ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani.

“Si tratta di un’operazione straordinaria – ha spiegato la viceministra dell’Economia Laura Castelli – che si richiama ad un meccanismo previsto per la crisi del 2007, utile a contenere l’impatto dell’aumento del costo dei carburanti sui consumatori finali. In sostanza, il maggior gettito Iva dovuto all’aumento della base imponibile verrebbe utilizzato per ridurre l’accisa corrispondente e avere, quindi, una diminuzione del prezzo finale”.

Abbonati a Spotorno Times e sostieni le associazioni spotornesi: scopri di più

Il risparmio medio per un automobilista italiano, in caso in cui il Governo riducesse effettivamente il peso delle accise di 15 centesimi di euro a litro, si attesterebbe a 11 euro al mese secondo le stime di Facile.it. L’intervento, spiega una nota, porterebbe i prezzi alla pompa a circa 2 euro al litro nella modalità self. La spesa media mensile per fare rifornimento oggi è arrivata, rispettivamente, a 167 euro per la benzina e 160 euro per il diesel. Con l’intervento ipotizzato dal Governo la spesa mensile scenderebbe a 156 euro al mese per fare il pieno ad un’auto a benzina e 149 euro per una diesel. Il taglio delle accise riuscirebbe solo parzialmente a contrastare gli aumenti record delle ultime settimane: con i prezzi calmierati, in un mese un automobilista spenderebbe, in benzina, circa 36 euro in più (+30%) rispetto allo scorso anno; 44 euro in più (+42%) se si tratta di diesel.

Tra le misure che l’esecutivo si appresta a varare ci sono anche quelle contro il caro energia: il nuovo decreto dovrebbe includere la possibilità di rateizzare le bollette di luce e gas, non solo per i privati ma anche per le imprese in difficoltà a partire dal settore agroalimentare, mentre per le famiglie più fragili l’obiettivo è potenziare ulteriormente i bonus già messi in campo.

🖋 IVG.IT

Condividi