Capo Noli, la minoranza nolese: “Amministrazione assente”

Fiorito sul parere negativo del tunnel: "Preoccupazioni all'epoca condivise anche dall'amministrazione finalese"

Condividi

Capo Noli. Non accenna a placarsi la polemica attorno ai lavori che, nei prossimi giorni, coinvolgeranno il tratto di Aurelia di Capo Noli, che andranno a causare disagi al traffico almeno fino a questa estate. Esterna tutta la sua perplessità anche il gruppo di minoranza nolese “Uniti Per Noli“, che spiega: “Sei mesi tra lockdown, coprifuoco e zone rosse. Sei mesi con un’Aurelia quasi deserta, un inverno decisamente mite, e ora, all’approssimarsi della stagione estiva, si svegliano e decidono di chiudere Capo Noli per metterlo in sicurezza. Diciamo che nonostante le giustificazioni pervenute la scelta risulta del tutto incomprensibile e fuori luogo”. E ancora invita a “Unirsi al coro di protesta che si è levato contro questa decisione” e a “dare battaglia insieme alle categorie che vedranno il proprio lavoro messo fortemente a rischio”.

Inoltre i consiglieri Fiorito e Pastorino si dicono preoccupati dalla – secondo loro – totale assenza dell’amministrazione comunale: “Come è stato possibile che al sopralluogo presso Capo Noli, in casa nostra, non fosse presente nessun componente dell’amministrazione di Noli? C’erano il Sindaco di Finale e quello di Spotorno. Forse siamo stati commissariati dai nostri vicini? Anche alla riunione col Prefetto pare che, a differenza di Finale, il Comune di Noli fosse rappresentato da un tecnico e non da un politico”, incalzano i due.

Prosegue la minoranza: Come si fa a demandare una questione così importante a una persona che non può avere voce in capitolo ma solo prendere atto delle decisioni e riferire?” Si chiedono i due membri della minoranza. “Un’argomento del genere doveva essere affrontato da un membro della maggioranza che avrebbe potuto esprimere nell’immediato le proprie perplessità sulle tempistiche dei lavori. Invece così il Comune subisce passivamente le decisioni prese da altri, sul proprio territorio per giunta. E anche nella protesta fa ‘rumore’ il totale silenzio delle istituzioni nolesi. Si sono levate le voci dei Comuni di Spotorno, Finale, degli operatori turistici. Il Comune di Noli non pervenuto. Abbiamo forse demandato anche questo ai nostri vicini? Come ribadito più volte capiamo le problematiche legate all’assenza del Sindaco, ma se queste sono le conseguenze e la maggioranza non è in grado di gestire le cose è il momento di cominciare a fare due riflessioni”.

LEGGI ANCHE Lavori a Capo Noli, gli albergatori: “Tegola sulla ripartenza del turismo”

Ma nelle parole della minoranza c’è anche spazio all’argomento del tunnel su Capo Noli, che in campagna elettorale aveva trovato tutti e quattro i candidati contrari alla realizzazione. “Per quanto riguarda le polemiche sulla decisione della passata amministrazione di rinunciare al nuovo tunnel su Capo Noli  ricordo che l’Amministrazione Niccoli non si è mai detta contraria a trovare una soluzione condivisa per porre fine alle problematiche legate alla viabilità sul Capo (anzi, ha anche proposto valide alternative che non sono mai state analizzate) ma ha sempre evidenziato le enormi criticità presentate dal progetto presentato”.

Prosegue Uniti Per Noli: “Innanzitutto la decisione di lasciare al Comune l’onere del mantenimento della pista ciclabile che sarebbe nata sul vecchio tracciato con annessa manutenzione del versante franoso su di essa, spese che un Comune così piccolo non avrebbe mai potuto sostenere e con l’unica conseguenza della chiusura definitiva del tratto alla prima pioggia”. “Ma anche – continua – i problemi legati alla cantierabilità dell’opera che sarebbero gravati solo sul versante nolese, con via vai per anni di camion e con un cantiere enorme all’ingresso del paese. Non ultimo il fatto che la nuova galleria non avrebbe risolto totalmente i problemi della zona in quanto avrebbe bypassato Capo Noli ma sarebbe sbucata prima della spiaggia del Malpasso, non interessando quindi quella zona franosa che da anni sta recando più problemi alla viabilità che il Capo stesso”.

E su quanto affermato da Frascherelli, l’ex numero due nolese conclude: “Criticità che nonostante le accuse mosse in questi giorni erano condivise anche dal Comune di Finale come si evince dalla nota inviata al Provveditorato non più tardi di due anni fa”.

Condividi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.