Capo Noli, incubo Aurelia: sarà chiusa per 3 mesi

Noli. Nemmeno con la fine dell’estate termineranno i disagi per gli automobilisti savonesi che, oltre ai cantieri autostradali, in autunno dovranno fare i conti anche con i lavori che interesseranno l’Aurelia. Da ottobre fino a dicembre, infatti, è prevista la chiusura del tratto di Capo Noli per consentire la messa in sicurezza del versante.

Ancora nulla di definitivo, la comunicazione è avvenuta in questi giorni, i sindaci hanno ricevuto le informazioni da Anas in via, per ora, solo ufficiosa. Da quanto comunicato, la chiusura totale del tratto di Capo Noli avverrà soltanto nei giorni feriali e nelle ore diurne (dalle 8 alle 18) e potrebbe non essere continuativa per l’intero periodo.

Non proprio una novità, quella della chiusura. Da mesi, infatti, si era a conoscenza che i lavori – iniziati la scorsa primavera – sarebbero dovuti proseguire. Anche in quel caso non erano mancate le polemiche, soprattutto dalle categorie economiche. E, dopo l’incontro tra l’assessore regionale alle infrastrutture Giacomo Giacompedrone e i vertici di Anas, si era deciso di sospendere il cantiere tra Capo Noli e Finale (che allora prevedeva corsie uniche alternate) nei weekend a partire dal 14 maggio e di fissare la chiusura momentanea dei lavori il 25 giugno.

Ma i primi di ottobre il cantiere ripartirà e questa volta interesserà il tratto successivo a quello precedente, ovvero quello compreso tra la prima galleria dopo Capo Noli e il confine di Finale Ligure, dove saranno sostituite le rete paramassi.

E le previsioni per la viabilità non sono di certo rosee. Ovviamente il traffico sarà deviato sulla Sp45 delle Manie e sulla Sp8, oltre che sull’A10. “Sarà importante aiutare gli automobilisti a non rimanere imbottigliati nel traffico attraverso apposita segnaletica e preparare i residenti di quelle zone a un maggior flusso di traffico che si registrerà – spiega il consigliere provinciale Luana Isella –. Sicuramente ci saranno dei disagi, ma i lavori, che sono di competenza di Anas e non della Provincia, devono essere fatti per mettere in sicurezza l’area”.

D’accordo, anche il sindaco di Finale Ligure, Ugo Frascherelli: “Siamo dispiaciuto dell’inconveniente, ma ne eravamo a conoscenza da tempo – sottolinea – Meno male che i lavori non sono stati programmati durante l’estate”. E poi rivela: “Quando ci sarà il quadro definitivo, inoltreremo ad Autostrade una richiesta per la gratuità del pedaggio autostradale”.

Una versione di questo articolo è presente anche su IVG.IT

Condividi