Adesso Spotorno: “Dal comune nessun stanziamento per l’emergenza”

Condividi

Spotorno. Il gruppo di minoranza Adesso Spotorno si rivolge direttamente al sindaco Mattia Fiorini riguardo l’emergenza Coronavirus e incalza: “Il comune di Spotorno ha sospeso i pagamenti del micronido, scuolabus e ludoteca che però non si usano, ha prorogato la presentazione dell‘isee solo perché gli uffici del patronato sono chiusi e ha prorogato la presentazione della richiesta di parcheggio per i residenti. Ci chiediamo quali sarebbero le agevolazioni economiche per i cittadini”.

Nessuno stanziamento, vuole far notare il capogruppo Franco Riccobene: “In pratica non è stato stanziato nulla, in una situazione che avrebbe bisogno di una serie di interventi che proponiamo all’attenzione dell‘amministrazione. Pulizia e disinfestazione periodica dei locali pubblici, scuole, palestre e sala convegni e dei luoghi all’aperto, parco giochi, giardini, Parco Monticello, sottopassi, vicoli e strade. Sospensione delle tassazioni alle aziende locali. Sospensione della tassa di soggiorno per l’anno in corso. Cancellazione delle tassazione alle aziende per il periodo di obbligo di chiusura, pubblicità, suolo pubblico, tosap” .

LEGGI ANCHE:

E non solo. Prosegue Riccobene: “Stanziamento di un contributo mensile per le famiglie in comprovata difficoltà economica. Sospensione dei parcheggi a pagamento su tutto il territorio comunale sino al termine dell’emergenza. Dotazione di mascherine per i dipendenti pubblici, per gli operatori dei supermercati locali e per chi ne facesse richiesta. Si tratta di evitare il propagarsi di un possibile contagio anche localmente e crediamo che, seppure con ritardo, l’amministrazione si debba attivare”.

E infine, comunque, non mancano i ringraziamenti alle forze dell’ordine e a chi cerca di tutelare la salute dei cittadini: “Un ringraziamento va alle forze dell’ordine, Carabinieri e Polizia Locale, per il lavoro che stanno svolgendo, e al volontariato spotornese sempre attivo nei momenti di crisi e vicino ai più deboli”.

Condividi